A Casalbeltrame, una giornata tra riso e (s)cultura.

Riso, prove da master -chic-chef, e cultura, a Casalbeltrame (NO), terra di risaie: il chicco è l’assoluto protagonista. Di pregevole qualità, noto, o di nicchia perché coltivato solo da piccole aziende che ne custodiscono gelosamente il seme, il riso è stato presentato nelle più diverse varianti nel suo luogo naturale. Alla Tenuta Riso Buono, i simpatici chef del circuito Chic (www.charmingitalianchef.com), si sono sfidati durante una tappa dell’ In The Kitchen Tour, una jam session in cui le eccellenze del territorio sono state studiate, e poi impiegate nella creazione di ricette gourmet improvvisate al momento.  Dopo un giro di ricognizione tra gli espositori, gli chefs si sono messi ai fonelli e hanno dato il via a risotti -preparati con Riso Buono Carnaroli ed Artemide -con toma stagionata e fresca, tartufo, gorgonzola di Cameri, birra artigianale, nocciole e cioccolato. Ma anche pasta (di riso e di legumi) e dolci. Incredibili gli abbinamenti di gusto. Alla fine di tutti questi piatti parecchio fotogenici, è giunto poi il momento di Guendalina, la padellona dai 180 cm di diamentro firmata Crafond dove sono stati mantecati 20 kg di risotto. Cristina Brizzolari, fondatrice e titolare dell’Azienda Agricola Luigi e Carlo Guidobono Cavalchini dove viene prodotto e confezionato Riso Buono, ha voluto fortemente ospitare questa tappa di In The Kitchen Tour perchè, come lei stessa commenta “Nella sua avventura, Riso Buono è partito con Chic e il primo amore non si scorda mai!. Due le etichette di punta Riso Buono: Carnaroli Gran Riserva e l’Artemide;, prodotti dalle qualità organolettiche e nutrizionali eccellenti, risultato di una tradizione che viene da lontano ma al passo con l’innovazione.

DSC_0287Riso BuonoDSC_0301DSC_0305

Ecco cosa è uscito dalle menti e dai mestoli degli Chic Chefs

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel pomeriggio Riso Buono ha ospitato la cerimonia di conferimento del Premio “Casalbeltrame – La Rana D’Oro”, un evento di altissimo livello organizzato dall’Associazone Culturale Arpitesca, che dal 1973 premia chi si è fatto notare con il proprio operato nel campo dell’ arte, della medicina, dello sport, dello spettacolo, della cultura. Un premio alla creatività, alla ricerca, alla bellezza e alle capacità umane! La cerimonia di quest’anno è stata aperta dal Presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi. Tra i premiati: il Presidente Onorario FAI Giulia Maria Crespi Mozzoni, lo Chef Gualtiero Marchesi, Maestro pluristellato che ha dettato la storia della cucina italiana, all’imprenditore novarese Cesare Ponti; la campionessa del mondo di sci di velocità Valentina Greggio, e l’ attrice Michela Quattrociocche.

La cittadella della scultura nella terra del riso. A pochi passi dalla Tenuta Riso Buono, si trova Villa Gautieri, che oltre al meraviglioso parco di sculture giganti, ospita Materima, vera e propria cittadella della scultura in cui Arnaldo Pomodoro, Giacomo Manzù, Giuseppe Maraniello, convivono in una galleria ricavata magistralmente dalle antiche stalle adiacenti. Qui, gli artisti lavorano direttamente metalli, pietre e marmi: alla cittadella della scultura ci sono residenze e laboratori, dove tutto nasce e prende forma. Se siete di passaggio tra Novara e Vercelli, una visita è consigliata. Per gli appassionati di scultura, invece, è una sorta di tappa obbligata.

DSC_0241DSC_0246DSC_0252DSC_0254DSC_0267DSC_0279

Zoom indietro

Zoom avanti

Pagina su

Pagina giù

Schermo intero

Stampa

Commenta su aree specifiche

Commento al testo
About

1 Comment

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: