Carturesti Carusel, la libreria più bella del mondo è a Bucarest

I lettori appassionati e un po’ maniaci l’avranno certamente sentita nominare: Carturesti Carusel è balzata agli onori della cronaca poco dopo l’inaugurazione del 2015, quando è stata definita da più parti “la libreria più bella del mondo”. Potevo quindi non andare a vederla con i miei occhi, per accertarmi il merito di questo titolo così prestigioso?

a cura di Elena Giorgi

Arrivando a Bucarest si viene immediatamente colpiti dai forti contrasti architettonici che permeano tutta la città.
I palazzi settecenteschi e quelli in stile Liberty si alternano ai casermoni voluti da Ceausescu durante la dittatura che lo mantenne al potere per più di vent’anni; le piccole chiese ortodosse, decorate con mattoni che s’intrecciano in ricami mozzafiato, spuntano dietro gli angoli di palazzi diroccati e imbrattati dai peggiori graffiti.
Bucurest è una città che ha tanto vissuto e altrettanto sofferto, e i suoi abitanti stanno pian piano ricostruendo il culto della bellezza perduto con l’arrivo del comunismo.

Per questo, forse, nel 2015 in città ha aperto una delle tante sedi delle librerie Carturesti, in un palazzo del IXX secolo, nel vecchio centro storico della capitale romena, che nulla ha da invidiare alle più belle architetture viennesi o parigine. Varcando la soglia su via Lipscani 55 si viene accecati dal biancore dello spazio, pulito e luminoso, abbacinante ed emozionante. Il pavimento in caldo parquet fa da contraltare alle chiare pareti splendenti, decorate da colonne con capitelli corinzi sovrastati dalle tipiche decorazioni floreali romene.

Sono 1000 i metri quadri suddivisi su sei piani, che mostrano innumerevoli scaffali capaci di contenere 10.000 volumi e 5.000 tra vinili, cd e dvd. Il progetto, disegnato dallo studio Square One, ha portato al restauro – durato cinque anni – del palazzo che cadeva in stato di fatiscente abbandono; un investimento di centinaia di migliaia di euro ha restituito alla città una chicca storica affascinante e un nuovo luogo di aggregazione dedicato ai lettori di tutto il mondo, dove fermarsi anche per un piacevole break gastronomico. l sesto e ultimo piano, infatti, il bistrot di Carturesti Carusel offre piatti perlopiù vegetariani, cucinati con materie prime di qualità e in versione salutare e light.

 

Vi chiederete, ma un turista italiano cosa può comprare in una libreria come il Carturesti Carusel?
Gadget romeni di design e speciali souvenir di Bucarest, ma anche quaderni prodotti proprio dal brand Carturesti e infinita oggettistica per amanti del tè, del caffè e di tutti quei vizi da lettori incalliti. E i libri? C’è una buona selezione di testi in inglese, ma se volete portare a casa un ricordo diverso dal solito, vi suggerisco di andare nella zona riservata ai libri illustrati per bambini. Ne troverete di caratteristici, scritti e disegnati da autori romeni e dedicati alla storia di una nazione che sta tornando a riveder le stelle.

Adesso che vi ho raccontato dove acquistare libri a Bucarest, v’invito ad andare su La lettrice geniale a scoprire cosa leggerò nelle prossime settimane, per comprendere meglio la lunga e difficile storia romena.

Citit bine! (buona lettura!)

http://carturesticarusel.ro

http://www.squareone.ro

https://www.lalettricegeniale.it/bucarest-romania-libri-da-leggere/

About

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, mi sono trasferita a Milano nel 2008 e sono diventata un angelo custode di eventi. Da anni mi occupo anche di libri, moderando incontri letterari e ideando e realizzando a Milano nel 2013 la rassegna Segreta è la notte, con misteriosi incontri notturni tra lettori curiosi e scrittori noti. Il mio blog letterario è www.lalettricegeniale.it. Pratico mindfulness e ogni giorno scelgo di sorridere. Sono meno cattiva di quello che sembro e vorrei morire ascoltando “La Bohéme” di Puccini.

2 Comments

  • Stefania 21 Marzo 2018 at 17:22 Reply

    Mi è venuta la pelle d’oca. Oltre alla voglia pazzesca di andare a visitarla.

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: