Vamos da Don Juanito, l’argentino a Milano

“Non sono una grande amante della carne” Beh, ma chi l’ha detto che in un ristorante argentino si mangia soltanto entrecote e filetto? Certo, guai a toccarli: sono i protagonisti indiscussi delle Ande, ma al Don Juanito, ristorante argentino di Milano (o sarebbe meglio dire sudamericano), c’è molto altro da gustare. E raccontare. Olè!

Se l’idea per la serata è quella di una cena dal sapore sudamericano, orientata al palato italiano, decisa ma avvolgente, e cucinata davvero bene, allora il Don Juanito ci sembra un’ottima idea. Nato  nel  2003  come  tavola calda,  divenuto  poi  bistrot , racconta un  meraviglioso  continente,  attraverso sapori e profumi. Ci sono i tagli di carne pregiata, pescado,  mais,  platano,  il  peperoncino  rocoto, ad arricchire un menù  in  continua  evoluzione,  con  l’intento  di   offrire  qualcosa  che  sia  sempre  caratteristico, che ti faccia sentire proprio là, tra le pampas. Todo claro?

Il locale è trasversale ed accessibile a molti: piatti in carta dai 12 ai 25-30 euro per un buon taglio di carne, e ottimi menù degustazione di terra (47 euro) e di mare (52 euro) con antipasto a quattro proposte, e secondo servito con tre specialità, dolce compreso. Noi abbiamo provato il menù degustazione andina di terra! Come antipasto abbiamo felicemente provato: empanada di carne, causa peruana ripiena di pollo (se fossi argentina sarebbe il mio comfort food, già lo so), arepa colombiana e tartare di lomo (una delle tartare più buone mai mangiate, accompagnata con una sorta di salsa verde tipica andina, ma molto più delicata della versione piemontese, con timo e senza aglio!). Dopo gli antipasti, il tris di carni, servite su un tagliere con mini piastre di ardesia: maialino cotto a bassa temperatura, entrecote argentina, entrana.., la cottura era perfetta. Per concludere: gelato al dulche de leche e mandorle. Il tutto annaffiato da ottimo vino locale. La prossima volta provo il menù di pesce  perché quella ceviche di ricciola e quel anticucho de pulpo s’hanno da assaggiare.

Il locale è molto accogliente; i colori caldi  ma non invadenti, e non eccessivamente formale. Le due anime del Don Juanito sono in sintonia e si vede: Alex,  chef  peruviano,  originario  della  zona  montuosa  di  Ancash,  è il re della cucina, Diego Muzzi, il patron,  è l’anima del locale.

Don  Juanito  Restaurante   Corso  di  Porta  Vigentina  33  -­  Milano   Giorno  di  chiusura:  sabato  a  pranzo  e  domenica   info@donjuanito.it  /  www.donjuanito.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About

No Comments

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: