Entroterra ligure: cinque borghi da vedere (e instagrammare)

Chi dice Liguria dice mare. E se lasciassimo la costa per l’entroterra e i suoi antichi borghi? Un modo diverso di vivere la regione dei fiori; ancora più bella in primavera. Gli stabilimenti sono ancora chiusi sul litorale ligure, ma da Levante a Ponente sono moltissime le occasioni di svago e cultura. I piccoli borghi dell’entroterra sono scrigni di storia (parecchio instagrammabili).

Ecco i cinque borghi dell’entroterra ligure che vi consigliamo.

Bussana Vecchia. Arrivate a Bussana e avrete la sensazione che il tempo si sia fermato. Questo è il paese degli artisti, italiani e stranieri, che negli anni 60 hanno ripopolato hanno fatto rinascere il centro abitato andato distrutto dal terremoto di fine Ottocento. Una perla romantica in mezzo alle macerie. Un dedalo di strette viuzze piene di botteghe, atelier di pittura e ristorantini, fanno di questo borgo un laboratorio d’arte a cielo aperto. Merita sicuramente una visita anche per chi è in cerca di regali originali e creativi. Bussana è il luogo ideale per gli igers un po’ romantici che cercano lo scatto struggente (io nella casetta della foto sotto ci vivrei tutta la vita). Per tutte le info turistiche ed eventi Bussanavecchia.it

Montemarcello Magra. Siamo nel comune di Ameglia, uno dei Borghi più Belli d’Italia nella Val di Magra, provincia di La Spezia. L’origine di epoca romana è tutt’oggi ancora visibile e ben riconoscibile grazie ai suoi vicoli ortogonali e le vie interne con le arcate in pietra. Passeggiando fra i vicoli si raggiunge l’affascinante centro storico, con le sue mura e la bella chiesa di San Pietro. La piazzetta centrale è un piccolo gioiello: qui ci si può concedere una piccola pausa di gusto per assaggiare le specialità del borgo, e un buon bicchiere di vino rosso dei Colli di Luni. La primavera è la stagione ideale per godersi una passeggiata in natura nel Parco regionale Montemarcello-Magra o visitare lo splendido Orto Botanico subito nelle vicinanze.

Montemarcello Panorama Ph Credits Foto Archivio Agenzia Regionale “In Liguria”

Castelvecchio di Rocca Barbena. Conservato perfettamente nel tempo, si è catapultati nel Medioevo; anche alberghi e ristoranti aperti recentemente non hanno stravolto il suo fascino. Un borgo arroccato, con un fitto reticolo di vicoli e viuzze sempre diverso, che regala scorci unici sulla valle circostante. C’è una pace incredibile in questo piccolo borgo. Si gira in una manciata di ore, ma vale la pena visitarlo.

Castelvecchio di Rocca Barbena. Ph Credits Foto Archivio Agenzia Regionale “In Liguria”

Dolceacqua. Il borgo ritratto da Monet in ben quattro opere (se è rimasto incantato così, un motivo ci sarà…). L’atmosfera medievale diventa ancora più suggestiva quando dai piedi del torrente Nervia, che attraversa la città, si ammirano le rovine del Castello dei Doria che domina su tutto il paese. Camminando fra i caruggi che si inerpicano sulla collina si può rivivere il passato medievale; un dedalo infinito di salite e scalinate che si estendono per tutte le vie del borgo. Lo scenografico ponte romano regala al borgo di Dolceacqua un’immagine molto romantica. Visita il sito Dolceacqua Turismo per tutti gli eventi nel borgo.

Dolceacqua

Apricale-Panorama del borgo Ph credits Foto Archivio Agenzia Regionale “In Liguria”

Apricale. Il borgo del sole, chiamato in questo modo perché interamente esposto ai raggi del sole che fanno risplendere i tetti di ardesia e le case di pietra che ricoprono la collina. Questo piccolo paesino in provincia di Imperia è ricco di storia e di arte. Concedersi dei brevi momenti per degustare le specialità tipiche della zona, e cedere alle golose pansarole, frittelle dolci servite con zabaione.

2 Comments

  • Stefania 21 Marzo 2018 at 17:28 Reply

    Bordigotta originaria, milanese d’adozione, conosco Apricale e Dolceacqua come le mie tasche e le adoro.
    Se vi capita di passare da quelle parti in agosto non perdete Il Teatro della Tosse ad Apricale e i fuochi d’artificio di ferragosto al Castello di Dolceacqua. Due cose meravigliose.
    PS. Le michette e le crocette di Dolceacqua sono dolci squisiti dei quali non potrete più fare a meno!

    • cbbguapy 22 Marzo 2018 at 10:54 Reply

      Per gli appuntanti agostani, allora, riferisco a mia mamma che sarà da quelle parti. Noi saremo “francesi” per queste vacanze estive…alla prossima e grazie di seguirci!

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: