Settembre di gusto: le sagre da non perdere

Archiviate quasi definitivamente le vacanze estive (se siete ancora a zonzo, un pochino vi invidio), affrontiamo settembre nel miglior modo possibile. Quello dei buoni propositi detox, palestra, corsa, sappiamo già di fallirli, quindi pensiamo a dove andare per assaggiare le eccellenze del Belpaese? Sì, ed il mese di Settembre è ricco di sagre dedicate a prelibatezze che proprio non si possono perdere.

Festival del Prosciutto di Parma – Langhirano PARMA. 7-8-9 Settembre Con la sua XXI edizione inaugurata da Carlo Cracco, il Festival del crudo di Parma che ogni anno raduna migliaia di visitatori da tutta Italia (ma da tutto il mondo, direi) entra nel vivo del programma proprio nel fine settimana alle porte. Questa non è semplicemente una sagra; tutto gira intorno a lui, il re dei prosciutti: museo dedicato, truck food aperti tutto il giorno fino alle h24 alla Cittadella, moltissimi punti degustazione, e visita ai prosciuttifici con Finestre Aperte, il clou della rassegna. I prosciuttifici spalancano le porte ai visitatori:  i produttori illustreranno come le cosce di suino per una magica combinazione di clima, tradizione e passione diventano Prosciutto di Parma…esperienza bellissima e provata per voi. Finestre aperte si replica anche nel fine settimana 15-16 settembre.  QUI tutte le info per organizzare la visita.

Sagra del Tartufo – Sant’Agostino -Mirabello FERRARA 8 Settembre (si replica tutti i week end di Novembre) Quanto si dice tartufo, solitamente, si pensa immediatamente al Piemonte, ad Alba soprattutto, ma anche in Emilia Romagna, nel ferrarese appunto, cresce una varietà pregiatissima di tartufo: il Tuber Magnatum Pico, una specie di tartufo bianco che nasce spontaneamente nel Bosco della Panfilia, proprio in pianura padana, dove per l’occasione vengono organizzate visite guidate alla scoperta dei suoi segreti. Il luogo è da fiaba. Non perdetevi la parmigiana con le grattate di tartufo ad ogni strato…cosa ve lo dico a fare? Una sagra da non mancare.

Sagra Nazionale del Gorgonzola – Gorgonzola MILANO 15 e 16 Settembre. Dico solo che ho

spostato un viaggio di lavoro solo e soltanto per questo fine settimana per me irrinunciabile. Il gorgonzola, cibo degli dei sempre presente nel frigorifero della Cosebellefamily, viene idolatrato e celebrato durante la due giorni alle porte di Milano, dove nasce e perdura nella sua immensa bontà. In questa cittadina, nei giorni di sagra, tutto sa di gorgonzola: in purezza, con pane, focaccia, polenta, gnocchi, risotto, torte e persino gelato…è come una magia: tutto ciò che c’è diventa gorgonzola! Questo dono divino dal sapore inconfondibile mette d’accordo grandi e piccini, interi popoli! Da non perdere la spettacolare rievocazione storica della transumanza di mucche…io, ragazza di campagna e figlia di allevatori, assisto con tonfi all’anima. QUI tutte le info.

Sagra del Fungo Borgotaro – Borgo Val di Taro PARMA 15-16 e 22-23 SettembreIn questa zona il protagonista indiscusso del bosco è il fungo porcino di Borgotaro che, a detta dei locali, ha delle qualità organolettiche imparagonabili rispetto agli altri funghi (va beh, orgoglio campanilista). In questi giorni, nella cittadina del parmense, si susseguono showcooking, masterclass e degustazioni a base di questo fungo Igp. Se volete provare a cercarli senza rischiare di portare a casa cose velenose e tossiche, partecipate ad un’uscita guidata nei boschi con i fungaioli per riconoscerli, raccoglierli e…mangiarli!

Festa del Baccalà -Sandrigo VICENZA dal 21 al 30 Settembre . Ok, dopo essere stata in Norvegia e aver visto quintali di baccalà ad essiccare alle Lofoten, devo però ammettere che il baccalà mantecato che fanno qui non è paragonabile a nessuna prelibatezza preparata da sorridenti massaie biondissime aspettando l’aurora boreale, mi spiace, anche se la leggenda vuole che tutto abbia avuto origine nelle magiche isole nel mare del Nord, quando una nave di marinai veneti naufragò e scoprirono così il mondo dello stoccafisso. Il regno del baccalà è qui, in provincia di Vicenza (nemmeno a Venezia dove c’è persino la confraternita), in un paesino che per una settimana si trasforma in paradiso gastronomico. QUI tutto il programma.

 

No Comments

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: